• martadore

Ritratti a teatro

Avevamo iniziato a gennaio 2020 a Milano, con l'idea di portare l'esperienza dopo qualche tempo a Ostiano. L'obiettivo era realizzare un laboratorio gestito da Animanera in collaborazione con La Tenda nell'ambito dell'Azione 2 del progetto Unire - Universi in rete.

Con la pandemia siamo rimasti a casa, ma il laboratorio, che mirava a realizzare un'esperienza di confronto con la diversità e di scoperta di sé, lo abbiamo portato avanti lo stesso.

Attraverso i vari incontri online, abbiamo cercato di sviluppare una collaborazione tra culture diverse come pratica di integrazione e socializzazione.


In che modo? Abbiamo chiesto ai partecipanti di raccontare la propria storia attraverso il gioco e la fantasia, una storia che prendesse corpo in 5 passi, partendo da 5 stimoli creativi. L'obiettivo era diventare autori della propria rappresentazione, attraverso un “video–racconto” della propria vita, una sorta di diario virtuale.

A questa edizione online partita a maggio 2020, hanno partecipato stranieri e anziani del quartiere Dergano di Milano, legati alle Scuole Senza Permesso.


Ecco allora che ci ritroviamo a giocare a piedi nudi per strada con Aureliano in Perù, a ballare How deep is your Love a una festa di matrimonio, a navigare sul barchetto costruito dal nonno di Leandro nelle Filippine, o a correre in cortile con Svetlana in Ucraina.


Il risultato è un variegato autroritratto collettivo, all'insegna dell'integrazione e dello scambio di esperienze, che è sempre motore di arricchimento umano e culturale.


18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti