• martadore

Somaglia: cerimonia finale

Aggiornato il: giu 10

Bellissima e significativa chiusura del progetto UNIRE a Somaglia, provincia di Lodi, organizzata dall'associazione Effathà Laus, che ha voluto così testimoniare la grande spinta che ha avuto l'attività dell'associazione grazie al progetto vincitore del Bando per il Volontariato di Regione Lombardia.

Domenica 30 maggio 2021, in serata, nel cortile dell’oratorio si è svolto un momento di preghiera per la pace in Terrasanta e nel mondo con la partecipazione di cristiani (cattolici e ortodossi), musulmani e uomini di buona volontà. Molto numerosa la partecipazione con oltre 120 persone: uomini, donne, bambine e bambini, ragazze e ragazzi, intere famiglie di etnia araba (oltre l’80% delle presenze).


Evento sicuramente storico per una cittadina con meno di 4 mila abitanti, ma che deriva da un percorso avviato ormai più di sei anni fa e incentivato e sviluppato grazie proprio al progetto regionale UNIRE: nel 2015 prendeva forma, infatti, la scuola di italiano per stranieri, evoluta poi con una convenzione con il Ministero della Pubblica Istruzione, fino a diventare una realtà importante per tutta la Regione. La scuola si è ben presto trasformata in un Centro per l’Intercultura.

Nel biennio 2019-2021 - periodo in cui si sono implementate le attività previste nel progetto UNIRE - oltre all’alfabetizzazione si sono introdotti corsi per la licenza di scuola media, corsi di taglio e cucito, un laboratorio teatrale, corsi di informatica, progetti per la salute delle donne e di counselling familiare. Non ultimi i corsi per la guida dei muletti.

Oltre 400 stranieri di 16 nazionalità sono passati nel Centro e una cinquantina i volontari-docenti impegnati, tra cui molti universitari e liceali. Numerosi i momenti di socializzazione e di festa, oltre che di condivisione delle feste religiose, come il recente Ramadan ed altro. Tutto ciò ha approfondito i rapporti con moltissime donne e diversi uomini di etnia araba e il momento del 30 maggio è stato possibile proprio grazie alle intense relazioni intercorse in questi ultimi anni.

Vedere pregare insieme in pace e condivisione donne, uomini e bambini, fedeli delle due principali fedi monoteiste, il Cristianesimo e l'Islam, è stata la prova più concreta della possibilità reale di unire i popoli: esattamente l'obiettivo di UNIRE.


11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti